Person-Centred Approach:
la Persona al centro

"La libertà di essere sè stessi è una libertà spaventosamente responsabile"
(C.R.Rogers, 1961)

Person-Centred Approach: la Persona al centro

Una lettura superficiale del Person Centred Approach porta spesso alla considerazione dello stesso come una mera dissertazione sulla relazione umana. In realtà l’Approccio approfondisce con rispetto il tema della relazione, nella consapevolezza che è in essa che si promuove il cambiamento. A seguito di attenti studi scientifici Carl R. Rogers, psicologo americano del XX sec., dimostrò come è l’attitudine dello psicoterapeuta, più che la sua tecnica, a facilitare nella persona che ha di fronte l’emergere delle sue potenzialità. Ogni individuo viene accompagnato in un percorso di accresciuta autoconsapevolezza con rispetto profondo del suo essere, senza alcun vincolo direttivo esterno.

Sperimentare se stessi nella massima libertà in una relazione facilitante è molto meno semplice di come possa essere immaginato. La mancanza di vincoli all’emergere di sé consente la massima libertà di esprimere il proprio potenziale e al tempo spesso può essere fonte di paura per il vasto numero di possibilità a cui ci apriamo. Perché “la libertà di essere se stessi è una libertà spaventosamente responsabile” (Carl R. Rogers, 1961).

L’Approccio applica i suoi principi in diversi campi: counselling, psicoterapia e formazione.

Bibliografia essenziale

Rogers, C. R. (1951). Client-Centered Therapy. London, UK: Constable & Company Ltd, original ed. Boston, MA: Houghton Mifflin Company

Rogers, C. R. (1961). On becoming a person: A therapist’s view of psychotherapy. Boston, MA: Houghton Mifflin Company

In Evidenza


emanuela-mono

Dr. Emanuela Ciciotti

Psicoterapeuta e Formatore PCA
Membro della British Association for the Person-Centred Approach

Contattami